domenica , 27 maggio 2018
News

Aprire un negozio di gastronomia: alcune pillole di marketing

gastronomy-2143381_1280[1]Aprire un negozio di gastronomia è il sogno di tanti giovani che già lavorano nel settore eno-gastronomico o che vogliono intraprendere una nuova professione. E’ un lavoro che richiede innanzitutto delle abilità personali e una seria convinzione.

Primo passo è quindi quello di essere convinti di ciò che si sta facendo ! Annotiamo alcune domande su un foglio e scriviamo le risposte in modo da chiarire i nostri obiettivi. Ad esempio:

  • Conoscono la gastronomia ?
  • Ho abilità di vendita ?
  • Sono una persona introversa o estroversa ?
  • Amo parlare con il pubblico (clientela) ?
  • Ho la pazienza di convincere qualcuno ?
  • Mi piace lavorare in un singolo posto oppure girare ?
  • Sono una persona responsabile ?
  • Ho mai avuto responsabilità di gestione di un negozio ?
  • Conosco i principi di contabilità ?

Si tratta solo di alcune piccole domande che ogni commerciante dovrebbe farsi prima di diventare tale.

Aprire un negozio è facile. Fallire è ancora più facile

Non vogliamo scoraggiare nessuno, vogliamo solo evitare un delusione. Aprire un’attività significa sacrificio e raggiungere dei buoni risultati di fatturato e di ricavo non è facile.

La cosa più banale che vi diranno è che c’è la crisi, ci sono i grandi centri commerciali, ci sono le offerte dei supermercati, ecc.

Tutto vero, ed è per questo che la vostra idea di business dev’essere originale e i prodotti che vendete devono essere originali. Un lombrico non può competere con il leone, però può andare sotto terra e cercare nuove strade.

Quali prodotti vendere ?

Iniziate dal territorio. Non vi limitate a vendere i prodotti che già vendono tutti, i vini che si trovano nei supermercati o il fomaggio che si trova nel banco frigo del vostro concorrente. Distinguetevi ! E nel distinguervi fatelo sapere.

Un buon modo per distinguervi è selezionare con attenzione i vostri fornitori: cercate agricoltori, casari, fruttivendoli che vi vedano prodotti del territorio. Cercate confetture, salumi e formaggi che producono nei dintorni, a pochi km e mandate un corriere a ritirarli.

Sughi già pronti, olio d’oliva paesano, sott’oli del paese a pochi chilometri, vino prodotto da una giovane cantina, ecc.

Sono questi gli elementi chiave: l’originalità, la freschezza, il territorio.

Risolvete i problemi

Quello che si aspetta da voi la gente è di trovare in voi una persona che gli risolva un problema. Il problema potrebbe essere rappresentato da:

  • cosa regalo al parente (un cesto, un salume ben confezionato, ecc=
  • cosa mangio oggi ? (una ricetta, un sugo pronto)
  • cosa cucino stasera ai miei ospiti ? (una ricetta particolare, una pasta particolare, funghi freschi o secchi della zona, ecc)

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>