giovedì , 16 agosto 2018
News

Come lavorare in un negozio di abbigliamento

negozio-abbigliamentoL’abbigliamento rappresenta uno dei settori commerciali per eccellenza. Rispetto agli anni passati il mondo dell’abbigliamento è cambiato moltissimo, accanto ai negozi tradizionali fronte strada si sono affiancati i negozi in franchising dei marchi più famosi (Nike, Adidas,  Champion, Chantelle, Clarks, Colmar, Diesel, Docksteps, Dolce & Gabbana, Fendi,Giorgia & Johns, Giorgio Armani, Lumberjack, Hilfiger Denim, HUGO BOSS, Lee, Lacoste, Historic, Hogan, solo per citarne alcuni)

I negozi di abbigliamento possono essere multimarca o monobrand a seconda che si decida di trattare una o più marche. Possono essere specializzati in abbigliamento sportivo, casual, elegante, giovanile, ecc)

Fatta questa breve panoramica dell’attuale scenario del commercio di abbigliamento possiamo quindi dare alcuni consiglia chi cerca un lavoro in un negozio o nel settore in genere.

Neodiplomato, studente o in cerca di lavoro: cura l’aspetto

I negozi monobrand, in franchising o a gestione diretta che troviamo nei grandi Centri Commerciali o nelle strade più famose, sono generalmente orientati alla ricerca di personale giovanile e si caratterizzano per un elevato livello di tur-over. Gli annunci sono generalmente rivolti a giovani anche con  poca esperienza e le offerte riguardano stage.

Se volete candidarvi per una posizione di Addetto alle vendite in un negozio di abbigliamento giovanile, casual o sportivo è innanzitutto importante studiare un look coerente con l’immagine aziendale. Quindi niente giacche o cravatte, ma ben vengano camice, cravattine, gel e pantaloni casual.

Studiate il sito dell’azienda o delle aziende e prendete ispirazione, cercate di capire qual è l’immagine aziendale e il pubblico a cui si rivolge e scattatevi delle belle foto da mettere nel CV a mezzo busto. Se vi riesce bene è utile anche allegare una foto intera.

Stage e primi inquadramenti

Anche se a prima vista potrebbe sembrare un’occasione non particolarmente invitante se siete alla prima esperienza e volete iniziare questo nuovo percorso conviene pensarci su. Gli stage sono pagati pochissimo e generalmente anche nelle grandi catene vi verrà chiesto di lavorare anche su turni (sabato e domenica) e fermarvi a coprire eventuali vuoti.

Si tratta di una prima gavetta, un piccolo gradino per costruire il vostro Cv. Da stagista a contratto a tempo determinato il passo è breve. Avendo una esperienza pregressa consolidata e ben descritta sarà poi più facile ricercare altre migliori occasioni

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>